La mia foto

Seguimi su Facebook

Contatore

Altre vie

  • Fine Settimana
    Rassegna stampa sulle questioni religiose curata dall'associazione "G. Giacomini" di Pallanza.
  • Vino Nuovo
    Blog collettivo di giornalisti cattolici.
  • Viandanti
    Una voce laicale dell'opinione pubblica nella Chiesa, con una presa di parola libera e pubblica.
  • il Sismografo
    Raccolta di links in 5 lingue su notizie della Chiesa Cattolica, Ecumenismo e Dialogo interreligioso.

« Per una liturgia umana e ospitale | Principale | Presto e in avanti: l'unità dei cristiani secondo fr. Roger »

25/02/16

Commenti

enrico

Quello che non posso più accettare è l'atteggiamento della Chiesa ufficiale e dei suoi documenti. Non posso più accettare termini come "oggettivamente disordinato" o "non esiste fondamento alcuno per assimilare o stabilire analogie, neppure remote, tra le unioni omosessuali e il disegno di Dio sul matrimonio e la famiglia". Ma davvero chi ha scritto queste cose ne è seriamennte convinto? Se due persone hanno avuto la fortuna di incontrarsi e si sforzano di amarsi, magari anche alla luce del Vangelo, davvero la loro unione non conta nulla e non ha nessun valore?
I danni dal punto di vista umano,spirituale e pastorale che la Chiesa sta facendo a migliaia di persone con questo atteggiamento sono incalcolabili..
Verrà il giorno delle richieste di perdono (come la Storia ci ha insegnato su molte altre questioni) ma sarà sempre troppo tardi.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Twitter

Mi piace

I miei libri

I miei e-book

Blog powered by Typepad
Iscritto da 12/2006