La mia foto

Seguimi su Facebook

Contatore

Altre vie

  • Fine Settimana
    Rassegna stampa sulle questioni religiose curata dall'associazione "G. Giacomini" di Pallanza.
  • Vino Nuovo
    Blog collettivo di giornalisti cattolici.
  • Viandanti
    Una voce laicale dell'opinione pubblica nella Chiesa, con una presa di parola libera e pubblica.
  • il Sismografo
    Raccolta di links in 5 lingue su notizie della Chiesa Cattolica, Ecumenismo e Dialogo interreligioso.

« Il prete porta il Vangelo ai bordi della realtà | Principale | Enzo Bianchi: il vero corpo del Signore »

29/03/13

Commenti

Vanni

Molto si scrive in questi giorni per "capire" il nuovo Papa e i gesti "scandalosi" che egli compie.
Al di là delle analisi più o meno complesse che se ne stanno facendo, a me sembra che Francesco stia riproponendo alla Chiesa di essere ... la Chiesa di Cristo e del Vangelo, piuttosto di quella autoreferenziale che si è imposta negli ultimi anni (e negli ultimi secoli!).
Si parla di Vangelo delle "periferie"? Certo Marco, Matteo, Luca e Giovanni non usavano questo vocabolo, ma preferivano parlare, con il linguaggio di allora, di "pubblicani e prostitute": ma che differenza c'è?
Importante è che la Chiesa segua il suo Signore Risorto più che se stessa (questo è il suo peccatuccio di sempre!). Importante è che la Chiesa segua il Vangelo (quello che è!) piuttosto che insistere a proporre ai fedeli delle "nuove evangelizzazioni" nelle quali la parola della Chiesa vorrebbe essere più importante della Parola di Dio.

Francesco, a mio avviso, queste cose le ha capite bene, e vorrebbe farle capire anche a noi.



I commenti per questa nota sono chiusi.

Twitter

Mi piace

I miei libri

I miei e-book

Blog powered by Typepad
Iscritto da 12/2006