La mia foto

Seguimi su Facebook

Contatore

Altre vie

  • Fine Settimana
    Rassegna stampa sulle questioni religiose curata dall'associazione "G. Giacomini" di Pallanza.
  • Vino Nuovo
    Blog collettivo di giornalisti cattolici.
  • Viandanti
    Una voce laicale dell'opinione pubblica nella Chiesa, con una presa di parola libera e pubblica.
  • il Sismografo
    Raccolta di links in 5 lingue su notizie della Chiesa Cattolica, Ecumenismo e Dialogo interreligioso.

« Non bisogna aver paura della preghiera | Principale | Steve Jobs, proprio come noi »

21/10/11

Commenti

Vanni

E' certamente barbarie il fatto che le immagini del linciaggio di Gheddafi facciano notizia su tutti i giornali e sul web, soddisfacendo (o stimolando) la fame di sensazionalismo e di violenza del mondo. Ma mi sembra che sia anche una pesante sconfitta politica per l'Europa, la Nato e l'Occidente ... cristiano (ma è veramente cristiano?).
Abbiamo mosso guerra a Gheddafi per motivi discutibili (erano umanitari o era "petrolio"?) e ci sono voluti tanti mesi per questo epilogo che non è una vittoria dell'occidente, ma solo la fine di una guerra tribale.
E ora, è possibile ridurre l'impegno militare italiano? Non penso sia possibile, perché a mio avviso la consi-stenza delle forze armate italiane è già ora al limite del ridicolo. Forse sarebbe più realistico pensare di liquidarle completamente, ma solo alla conclusione un lungo percorso di dialoghi e di accordi internazionali (oggi improbabili).
Il problema è che quei pochi aerei, quelle poche navi e quei pochi mezzi terrestri che abbiamo in Italia (spesso pure obsoleti) hanno un costo esorbitante: enormi risorse sottratte a scopi migliori ... Umanamente si tratta di un vicolo cieco per l'Italia, come per l'Europa e il Mondo. Sarebbero necessari uomini politici (al governo e all'opposizione) di ben altro livello rispetto agli attuali. È oggettivamente una situazione senza speranza, ma i cristiani dovrebbero sapere che Dio è sempre il Signore della storia, anche quando noi uomini non capiamo.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Twitter

Mi piace

I miei libri

I miei e-book

Blog powered by Typepad
Iscritto da 12/2006