La mia foto

Seguimi su Facebook

Contatore

Altre vie

  • Fine Settimana
    Rassegna stampa sulle questioni religiose curata dall'associazione "G. Giacomini" di Pallanza.
  • Vino Nuovo
    Blog collettivo di giornalisti cattolici.
  • Viandanti
    Una voce laicale dell'opinione pubblica nella Chiesa, con una presa di parola libera e pubblica.
  • il Sismografo
    Raccolta di links in 5 lingue su notizie della Chiesa Cattolica, Ecumenismo e Dialogo interreligioso.

« Dimenticare il cielo e l'inferno | Principale | Per una rinascita civile »

23/04/11

Commenti

Vanni

Ho appena letto un commento al brano di Vangelo proposto dalla liturgia di oggi (lunedì dell'Angelo - Mt 28,8-15). In sintesi esso dice che "incontriamo il Risorto nella sua Parola e nei nostri fratelli".
L'autore del commento è padre S. Fausti, che è certamente "al di sopra di ogni sospetto", sia per fede che per coerenza fra fede e vita.
Ma se guardiamo alla Chiesa, alla nostra Chiesa: anch'essa predica che l'incontro con Cristo Risorto si realizza nella Parola e nei fratelli. Ma quanto essa crede veramente in quello che predica?
Certamente nella Chiesa ci sono anche tanta "fede" e tanta "carità", non solo nei singoli, ma anche a volte persino nelle strutture (come la Caritas). Ma ci sono anche troppo farisaismo, troppa real-politik, troppa compromissione con il potere economico e politico che nulla hanno a che fare con Gesù Cristo e con il suo Vangelo.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Twitter

Mi piace

I miei libri

I miei e-book

Blog powered by Typepad
Iscritto da 12/2006