La mia foto

Seguimi su Facebook

Contatore

Altre vie

  • Fine Settimana
    Rassegna stampa sulle questioni religiose curata dall'associazione "G. Giacomini" di Pallanza.
  • Vino Nuovo
    Blog collettivo di giornalisti cattolici.
  • Viandanti
    Una voce laicale dell'opinione pubblica nella Chiesa, con una presa di parola libera e pubblica.
  • il Sismografo
    Raccolta di links in 5 lingue su notizie della Chiesa Cattolica, Ecumenismo e Dialogo interreligioso.

« Socrate e Ratzinger | Principale | Confronto su Benedetto XVI »

14/04/10

Commenti

Cinzia

Finalmente una "persona" in cui mi risconosco

terrestre

Né destra né sinistra, la solidarietà è solo umana e per questo indispensabile per il futuro di questo paese che oggi rischia di perdere il bene più prezioso: la civiltà.

Alberto

Sottoscrivo in pieno questa lettera, che mette alla berlina stereotipi di successo e di benessere che mascherano il perfettissimo nulla che sotto il profilo morale ci caratterizza.
Trovo che vaste aree del Paese, caratterizzate da un forte benessere materiale, siano del tutto devastate sotto l'aspetto non dico etico, ma anche semplicemente della convivenza civile. Non è razzismo, come qualche anima bella cerca di spiegarci ogni giorno: è semplicemente vuoto pneumatico che si traveste da odio per tutto ciò che è altro da noi, o che sentiamo diverso.

Fabio

Questo imprenditore ha fatto un gesto nobile, dovrebbero farlo tutti gli imprenditori con buone disponibilita' economiche, dovrebbero rendersi conto che aiutare chi e' in difficolta', e' un dovere morale per loro inquanto sono stati si bravi nel lavoro ma anche sopratutto fortunati.

nicoletta

Nonostante io abbia fiducia nel buon cuore di tanta gente, tutti giorni intorno a me, intorno a noi si vedono tanti di quei gesti di intolleranza, di ipocrizia che la speranza se ne va giorno dopo giorno ma ci sono anche dei momenti come questo quando senti parole come quelle scritte da questa splendida persona e allora un pò di speranza la si recupera.
Grazie!!

Cinzia

tutti dovremmo essere come lui. cosa dice di così strano? non è qualcosa che tutti possiamo condividere? è da persone così che dovrebbe essere governato il nostro Paese. non da quei buffoni che vediamo litigare in televisione e che paghiamo a peso d'oro perchè facciano i comodi loro!

stefanover

complimenti,
peccato che noi italiani abbiamo il solito vizio di essere forti con i deboli e deboli con i forti, basti vedere come ci si è regolati con la caccia... la maggioranza non la vuole, ma il governo si piega al desiderio di una facoltosa lobby e da via libera all'ampliamento del periodo.
Vien proprio da pensare che San Francesco non era Italiano.

Matteo

Ascoltate l'intervista di La Zanzare di radio24

zia elena

Abito a 10 km da Adro, ho alcuni colleghi adrensi e, da oggi, la ditta per la quale lavoro si è trasferita, manco a dirlo, ad Adro.

Nonostante questo, non conosco l'autore della lettera, i cui contenuti condivido.

Quantomeno, dovrebbe far riflettere per fare un'analisi più profonda della situazione.

I furbi stanno bene puniti, non c'è dubbio, ma non si può negare che vi sia un problema crescente di "emergenza economica".

Di certo, so che, alcuni genitori che hanno sempre pagato le rette, hanno fortemente criticato il gesto dell'autore della missiva ed hanno dichiarato che, da ora in poi, non pagheranno più la retta...tanto c'è chi lo farà per loro.

Forse non hanno letto con attenzione...Soprattutto, non si sono soffermati a riflettere.

Peccato.

Buona giornata.

Elena

Matteo

I servizi sociali sono stati attivati laddove c'erano i presupposti.

Non è stato un fatto discriminatotio tantomeno razziale.

Chi ha i soldi per pagare DEVE pagare. Chi non li ha, chieda aiuto e l'aiuto gli verrà dato.

Dobbiamo smetterla di piangerci addosso, sempre e comunque: se la società privata (sottolineo PRIVATA) non rientra dei soldi delle rette per ovvie ragioni chiude: allora tutti a lamentarsi che i furbetti non pagano la retta e questo va a discapito di chi veramente non può permettersela.

Smettetela con questi moralismi e piagnistei.

La legge va rispettata e i servizi sociali attivati... ascoltate il podcast della trasmissione la zanzara di radio 24 e poi parlate.

Daniela

Matteo,
bastava attivare procedure di esecuzione forzata nei confronti dei genitori morosi e non aventi diritto all'assistenza!

Privare i bambini della mensa è stato un atto odioso e discriminante. Le colpe dei padri non possono e non devono ricadere sui figli! Cos'avranno pensato questi bambini, che da un giorno all'altro si sono visti negare il piatto di pasta? Cos'avranno pensato gli altri, quelli "ricchi", che la pasta continuavano a mangiarla? Cosa si saranno detti, gli uni e gli altri, tra i banchi di quella mensa scolastica?
Questo è il nucleo incandescente del problema: le relazioni tra i piccoli, specchio, purtroppo, di troppe relazioni malate di noi ADULTI.
Daniela

Matteo

Daniela, il piatto di pasta non è stato negato (fortunatamente).

La procedura è stata sospesa, e sono state attivate tutte quella azioni necessarie al recupero crediti.

Quello che è stato fatto è corretto, però i giornali hanno cavalcato la notizia con la solita storia del razzismo e tutte quelle cretinate che fanno bene solo alle % di vendita.

Sono il primo e credo anche il sindaco del comune a ritenere fondamentale la protezione psicofisica dei bimbi, per l'amor del cielo, ci mancherebbe. Ma sono anche un forte sostenitore della correttezza istituzionale e civile.

Non me ne volere se ritengo che si debba aiutare solo chi ne ha bisogno davvero.

MAtteo

Daniela

Matteo,
le notizie che ho letto io parlavano invece di mensa negata.....solo pane e acqua, roba del genere.
Se così non è stato ed il comune ha attivato il recupero delle somme nei confronti degli abbienti, mi chiedo dove sia (stata) allora la notizia e di cosa abbiamo parlato.
Sono per la legalità e penso che l'unica strada che abbiamo davanti noi adulti, oggi, sia educarci (prima) ed educare (poi) alla legalità, all'uguaglianza e al rispetto reciproco.
Questi sono gli aspetti che ho visto profondamente calpestati nel fatto di Adro (così almeno come l'ho ritrovato sui media).
Daniela

Oilitta64

A Matteo: che abbino ancora a cuore la legalità siamo rimasti una minoranza. Tu senz'altro sarai tra questi. Il Signore di Adro che "Non ci sta" denuncia cose concrete e non c'è nulla da interpretare, è tutto chiaro.Tu forse sbagli vuoi difendere l'indifendibile.
Questi amministratori hanno voluto dimostrare la loro forza ai bambini?

patrizio

Dal momento che pare che al sindaco e ad alcuni genitori non vada bene neppure il pagamento della mensa da parte di quel benefattore, mi sorge il dubbio che il problema non siano i soldi ma il fatto che gli extracomunitari mangino insieme agli altri bambini.
Se, come annunciato, un gruppo di genitori smetterà di pagare la retta, sarà interessante vedere se ai loro figli sarà sospesa la mensa

marta

bravo matteo concentriamoci su chi ha veramente bisogno penso che tutta questa storia stata gonfiata un'po anche se una mamma ha detto che con vecchio sindaco non si pagava niente e quindi???

Invinoveritas

La ditta di quel sindaco ha sversato merda nei terreni e nelle fogne di Adro. Tanto poi, con la prescrizione, ha salvato le chiappette.

E fatevi un giro dai suoi fornitori e dai dipendenti dell'allora ELG per sapere che faceva, l'onesta famiglia del sindaco con manie di protagonismo.

E poi se la prende coi bambini. E fa l'onesto.

Che schifo.

Vergogna!

I commenti per questa nota sono chiusi.

Twitter

Mi piace

I miei libri

I miei e-book

Blog powered by Typepad
Iscritto da 12/2006