La mia foto

Seguimi su Facebook

Contatore

Altre vie

  • Fine Settimana
    Rassegna stampa sulle questioni religiose curata dall'associazione "G. Giacomini" di Pallanza.
  • Vino Nuovo
    Blog collettivo di giornalisti cattolici.
  • Viandanti
    Una voce laicale dell'opinione pubblica nella Chiesa, con una presa di parola libera e pubblica.
  • il Sismografo
    Raccolta di links in 5 lingue su notizie della Chiesa Cattolica, Ecumenismo e Dialogo interreligioso.

« A che serve il Concilio? | Principale | Povia: le ragioni dei gay »

23/02/09

Commenti

matteo

"fede in ideologia"
Il grande male di questo epoca storica.
Avere il coraggio di dirlo.

Nel crollo delle ideologie,
la religione/fede!! le sta soppiantando,
non posso non dirmi preoccupato

Fiona Petito

La chiesa è un'organizzazione criminale... -- ove mai uccidere tra tormenti innocenti fosse un crimine... siano vecchiette ignoranti ree confesse di stregoneria sotto tortura (... che mirabile sistema... funzionava!... senz'altro di ispirazione divina...), o patrioti ed altri eretici come Giordano Bruno, o indigeni che non si volevano convertire... e fermiamoci quì per pietà (del l'intelligenza).
Amen

Falco

Guai a voi seminatori di zizzania. Quando deciderete di avere umiltà e credere in Cristo e all'amore di Dio per voi? Convertitevi e credete al Vangelo, dice il Signore a tutti.

Fiona Petito

Quale signore????... Budda? Maometto? Gesù? Javhè? VannaMarchi? Hubbard? Confucio? la chiromante del piano di sotto? O quella di qual altro canale TV? il papa che ha processato Galileo (tanto per parlar di cose facilmente rintracciabili)? o Clemente VIII? o Alessandro VI?... - tutta bella gente ispirata da Dio, o no!????... e sennò, ma a che titolo si dovrebbe dargli credito?????...
In attesa di chiarimenti (non dico di illuminazioni)... spargo nel mio piccolo "sana zizzania" ascoltando vannamarchi perchè almeno mi diverte ed esalo stupori a fronte dei miracoli del mago Casanova, e domandandomi magari perchè mai i fratelli DEGregori (quelli della "miracolosa madonna piangente sangue di Civitavecchia") non si son "mai" voluti far fare l'analisi del DNA, e perchè mai la chiesa abbia per esempio "tentato" di abolire come santo S.Gennaro... che fa "regolarmente" il miracolo tutti gli anni (dicono)... mumble mumble...
E mi fermo quì per pietà... del buon senso e della coerenza.
Ha da passà 'a nuttata. Amen
Fiona Petito

Falco

Tranquilla Fiona, il Signore ti farà capire tutto. Il Signore è uno, non esistono altri "Dèi". Dio è uno ed è il nostro Signore. Fa' così: nella tua stanza, chiusa la porta e in silenzio, dì a bassa voce

"Signore..... Dio mio...... ti prego, abbi misericordia di me, che sono una peccatrice...... Abbi pietà... perdona i miei peccati..... Converti tutto il mio cuore a te, Signore..... Nella tua infinita misericordia.... Signore..... insegnami ad amarti, con tutta me stessa... con tutto il mio cuore..... con tutta la mia anima..... con tutta la mia mente e con tutta la mia forza! ..... Dio mio, ti supplico, non lasciare che io mi separi da te...... Signore.... concedimi di adorarti in Spirito e Verità..... Donami la grazia di ascoltare la tua Parola.... Insegnami a rinunciare a Satana e al peccato e a tutto ciò che mi separa da te e dall'immenso amore che nutri per tutti noi che siamo tuoi figli... Signore, Dio mio... insegnami ad amarti e a lasciarmi amare da te... e insegnami a credere in te e a perseverare nella fede..... Concedimi di saper sempre discernere il bene dal male... Lode a te o Signore, per la gioia che infondi in noi, sia gloria a te in eterno!"

Che il Signore ti benedica.

Falco

Fiona, ti dò anche un "compitino per casa" se ti va: per ognuno dei "brutti eventi" che hai citato, trovane uno buono che sai la Chiesa ha fatto, in qualsiasi epoca. Per imparare a distinguere il vero dal falso, dobbiamo acquisire almeno voci che vengano da posizioni differenti.

Fiona Petito

Mio caro Falco, voi confessionali dovete darvi una regolata... -- una botta di buon senso di tanto in tanto (non oso chiedervi razionalità perchè è un oggetto oscuro per voi). Si processano, si chiede conto, dei crimini (della storia)... il ben fatto non è merito: è semplicemnte "dovuto"... -- e tanto più dovuto se ci si dichiara di essere vicari di dio in terra, ipirati da lui ed infallibili e quindi Magister di valori etc...
Capito questo? o è troppo difficile da capire, per un confessionale?
Quindi cerchiamo di non fare piroette furbe pseudointellingenti: siete voi confessionali che dovete spiegare e giustificare perchè dite, garantite ed assicurate... noi ascoltiamo, domandiamo e rileviamo contraddizioni. Questi bamboleggiamenti ed esercitazioni da giardino d'infanzia, fateli fare ai "poveri di spirito" con cui avete solitamente a che fare... perchè proprio per essere tali son pronti a supinamente comperarvi tutto il sale di vannamarchi o no che volete propinargli: ne avranno anzi persino un edificante orgasmo all'impiedi e senza mani. Con la gente che ha fatto un po' di scuole dell'obbligo ed ha capito "solo un minimo" di cose, non pensate di poter fare uno stupidissimo gioco delle 3 carte.
Cresci amico mio, il tuo Dio (quel che sia) ti amerà di più (tanto non esiste... ma basterà che tu ti senta amato... per essere contento... basta o no la fede?).
Hugs&kisses
Fiona Petito

Falco

Cara Fiona, quando ci insuperbiamo non vediamo più la verità, "decidiamo" noi quali sono i criteri di giustizia, cosa è male e cosa è bene. Solo rinunciando alla superbia possiamo lasciare che qualcuno ci apra gli occhi e ci spieghi perché accadono certe cose. Se siamo noi a protestare in continuazione e ad accusare questo e quello, non vedremo mai la verità. Per questo motivo è necessario farsi piccoli, accettare quello che Dio, tramite le persone che lo amano, ci fa conoscere. Allora, o ci gloriamo della nostra superbia e aspettiamo che ci venga una malattia incurabile o qualcuno ci faccia molto male, per riconoscere che non siamo "onnipotenti", oppure lo facciamo quando qualche persona buona ci parla per "passarci" ciò che lei ha già sperimentato. Indurire il cuore non è utile se si vuole essere amati. Io voglio essere amato, e voglio essere amato sia dalle persone che da Dio, quindi faccio il mio massimo per rimanere aperto di cuore. Se qualcuno mi dice "Ama il Signore Dio tuo", "Ama il prossimo come te stesso", "non uccidere", "non rubare", "non dire falsa testimonianza", "fate agli altri quello che vorreste fosse fatto a voi", "siate misericordiosi", riconosco un messaggio buono, e ne sono attirato. Ma se mi perdo ad ascoltare quello che mi dicono gli altri, allora non posso più imparare. Mi è stato insegnato "fate quello che vi dicono ma non fate secondo le loro opere": così io faccio. Se questo o quel Papa avesse sbagliato, non è sbagliato l'insegnamento che ipocritamente quello stesso Papa ha contributo a passare. Lui ha scelto. Può aver predicato bene "razzolando" male. E' una scelta sua. Io voglio vivere in santa pace, per cui ascolto la voce del Signore che non ci lascia mai. Io ascolto la voce di Gesù Cristo. La voce del Buon Pastore che dà la vita per le sue pecore. La voce di colui che ci ama tanto da dare la sua vita per noi. E la ascolto prendendo in mano il libro del Vangelo e ascoltando col cuore quel che dice a me e a tutti noi. Un saluto.

Giovanni - un cristiano cattolico

Sono vari giorni che giro intorno a questo testo, molto denso di contenuti, e solo ora mi rendo bene conto della domanda: "Chi è la Chiesa?", che è molto diversa da "Cosa è la Chiesa?".

"Chi è la Chiesa?" suggerisce forse che questa "Chiesa dei documenti, dei principi etici, della religione che si pone come codice della convivenza civile e arbitro della politica, del successo mondano ... come dogmatismo, come istituzione, come autorità.", dovrebbe essere invece "percepita" maggiormente come una Chiesa fatta di "persone", sia dentro che fuori dalla struttura.
Infatti la gerarchia della Chiesa sono "persone", i fedeli che vanno in chiesa (quella di mattoni) sono "persone", gli "altri" che sono fuori dalla chiesa, sono "persone" a cui far giungere la Buona Notizia.
Tutto ciò ovviamente vale per quelli di noi che credono nella Chiesa e nella Buona Notizia.

-----

Una seconda considerazione, anch'essa destinata ai credenti cattolici.

Noi almeno una volta la settimana, durante la Messa Festiva recitiamo il Credo e nel corso di questa preghiera antica (Concilio di Costantinopoli del 381) professiamo la nostra fede nella "Chiesa Una, Santa, Cattolica e Apostolica". Ma, sappiamo cosa diciamo? Anzi, sappiamo quale Chiesa "crediamo"?

La Chiesa Una: è la Chiesa unita, prima delle divisioni che l'hanno lacerata. Quella del Concilio di Costantinopoli era una Chiesa fortemente impegnata a combattere le eresie, ma non c'erano ancora le divisioni fra "cattolici", "ortodossi", "protestanti" ecc. Non era però lontano nel tempo il Concilio di Calcedonia (anno 451) nel quale si sarebbero viste delle crepe importanti nell'unità.

La Chiesa Santa: è Santa non per santità propria, ma perché Santo è il Dio Trinitario in cui crede: Padre, Figlio e Spirito.
Potremmo anche aggiungere che è Santa perché è Santo lo Spirito che abita dentro di lei.

La Chiesa Cattolica: è la Chiesa Universale che risponde al comando di Cristo di "andare e ammaestrare tutte le nazioni"; perché l'aggettivo "cattolico" nel significato originario del vocabolo greco significa appunto "universale". Solo dopo le divisioni l'aggettivo "cattolico" è diventato la denominazione di "una parte" che avrebbe l'aspirazione di essere "il tutto" (senza esserlo). Se non ci rendiamo conto di tutto questo, come ci spieghiamo che non solo i cattolici, ma anche gli ortodossi e i protestanti, professano nel Credo di credere in questa "Chiesa Cattolica?".

La Chiesa Apostolica: è la Chiesa fondata sulla testimonianza degli apostoli che hanno visto Gesù morto in croce e poi l'hanno visto Risorto da morte. E noi credenti crediamo in Gesù Cristo perché la Chiesa nel corso di duemila anni ha trasmesso la testimonianza di questi testimoni oculari.

Ma, quanti di noi credenti cattolici hanno le idee chiare sulla Chiesa che professiamo nel Credo?

Fiona Petito

... quanti dei credenti cattolici hanno le "idee chiare" sulla Chiesa che professamo nel Credo????...

risposta: pochissimi!... quasi nessuno... -- avessero infatti "le idee chaire"... sarebbero nella miglior delle ipotesi almeno agnostici...
La creduloneria gratuita (da poveri di spirito), come il vannamarchiseguacismo, sono infatti in completa antitesi col buon-senso e la coerenza
Hugs&kisses
Fiona Petito


I commenti per questa nota sono chiusi.

Twitter

Mi piace

I miei libri

I miei e-book

Blog powered by Typepad
Iscritto da 12/2006