La mia foto

Seguimi su Facebook

Contatore

Altre vie

  • Fine Settimana
    Rassegna stampa sulle questioni religiose curata dall'associazione "G. Giacomini" di Pallanza.
  • Vino Nuovo
    Blog collettivo di giornalisti cattolici.
  • Viandanti
    Una voce laicale dell'opinione pubblica nella Chiesa, con una presa di parola libera e pubblica.
  • il Sismografo
    Raccolta di links in 5 lingue su notizie della Chiesa Cattolica, Ecumenismo e Dialogo interreligioso.

« Lettere dal deserto | Principale | Ricerca di sorgente »

13/12/07

Commenti

Gian Contardo

Purtroppo, al giorno d'oggi di cristiani come padre David Maria ce ne sono sempre meno.

Breve commento: ogni colpa ha anche sempre in sé la possibilità del riscatto.

Stefano

Belle parole come tutte quelle di Turoldo. A tal proposito, ieri mi è capitato di partecipare ad un incontro di preghiera in onore del nostro patrono San Giovanni della Croce ove si sono esaminati 4 simboli da lui esposti: la salita, la notte oscura, il cantico e la fiamma... che ne pensi del santo?

Annalisa

Grazie per la preghiera di Padre Turoldo. E' un po' di giorni che mi imbatto nei suoi testi lirici.
Credo che dobbiamo recuperare il linguaggio poetico per esprimere il sentire religioso. Invece, a noi, spesso, mancano le parole.
Non ci sono parole migliori come quelle della prima preghiera di Turoldo per dire l'Avvento.

Des

P.David era un poeta e come tale riusciva ad esprimere la voce profonda dell'anima, traducendo per noi i gemiti inesprimibili dello Spirito Santo.Cantare la Speranza con la bellezza della sua poesia proprio quando è forte la tentazione della disperazione è riconciliarsi con Dio e tutte le sue creature che sono il mondo.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Twitter

Mi piace

I miei libri

I miei e-book

Blog powered by Typepad
Iscritto da 12/2006