La mia foto

Seguimi su Facebook

Contatore

Altre vie

  • Fine Settimana
    Rassegna stampa sulle questioni religiose curata dall'associazione "G. Giacomini" di Pallanza.
  • Vino Nuovo
    Blog collettivo di giornalisti cattolici.
  • Viandanti
    Una voce laicale dell'opinione pubblica nella Chiesa, con una presa di parola libera e pubblica.
  • il Sismografo
    Raccolta di links in 5 lingue su notizie della Chiesa Cattolica, Ecumenismo e Dialogo interreligioso.

« Ricerca di sorgente | Principale | La fatica del perdono »

18/12/07

Commenti

Stefano

Grazie ancora dei tuoi post... stanno gettando buoni frutti.. facendomi gustare meglio quest'avvento particolarmente contrastato che sto vivendo...

Stefano

Grazie dei tuoi post... mi stanno facendo pregustare meglio questo tempo di grazia che il Signore non esita a donarci..

Annalisa

Natale, ormai si dice da anni, è diventato tempo di acquisti, luci, colori, festosità, ma forse ha perso quella luminosità che, invece, deve donare il pensiero che Dio viene sempre ad abitare la terra.
Mi raccontava ieri il papà di un bambino che il maestro, a scuola, ad un certo punto, tra le emozioni dei bimbi per Babbo Natale che porta i regali ha esclamato: «Ma che Babbo Natale, la cosa che conta è che a Natale nasce Gesù!». Stupore del bimbo, stupore del padre di questa frase così vera.
«Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c'era posto per loro nell'albergo» (Lc 2, 7).
Che quest’anno Gesù che viene trovi spazio nelle nostre case e tra di noi.

Antonio Montanari

«Siamo chiamati dal Libro a mettere sotto esame i nostri sistemi di vita, personali e sociali, che poco o tanto tolgono rispetto alle persone e finiscono per imporre loro la nostra presenza, la nostra visione».

Tutto vero e molto giusto.

Purtroppo...:
1. Chi fa l'esame di coscienza, oggigiorno?

2. Se lo si fa soltanto nel giorno o nella vicinanza di Natale, immagino che si pensi ad una scorciatoia, ad un'autoassoluzione: si ha fretta, si debbono acquistare cibi o regali, o semplicemente si pensa di "fare un'offerta" per salvarsi l'anima.

3. Oggi la Chiesa è diventata una grande agenzia affaristico-politica.
Purtroppo i sacerdoti che vivono e predicano il Vangelo (cioè: prima lo mettono in pratica nel loro comportamento con il prossimo e poi lo predicano), sono molto pochi.
La testimonianza della verità tocca a loro per primi, per farsi seguire su quella strada.
Oggi si parla di Scienze religiose, un ossimoro (di derivazione inglese?).
La religione è tante cose: tranne una scienza. La grande crisi della gioventù dipende dal fatto che si è considerata l'ora di religione soltanto una conquista statistica, e basta. L'impegno è vago, evanescente, i risultati si vedono.
Un carissimo amico, che è diacono, ed impegnato nella pastorale della famiglia a livello ufficiale, ricorre ad una battuta amara: «Da quando i preti si occupano della famiglia, la famiglia si è sfasciata». Se lo dice lui...

A tutti un augurio sincero di serenità, a trovare forza dentro loro stessi per combattere contro le ipocrisie, laiche o sante che siano...

http://antoniomontanarinozzoli.blog.lastampa.it/antoniomontanari/2007/12/santa-ipocrisia.html

Annalisa

Forse il Natale però è ancora sentito da qualcuno come tempo per recuperare affetti, relazioni e il rapporto con la Sorgente.
Nel blog www.sognandoemmaus.ilcannocchiale.it abbiamo 'creato' il nostro menù di Natale... una provocazione perchè si possa fare memoria che Cristo si incarna nella vita e non solo a Natale. Buon Natale a tutti!

100 M.ILIO.NI DI T.ONN.EL.LATE1

Raddoppiare la produzione italiana di corrente elettrica

@@@ Ciao, ho una stufa a legna tradizionale, ho letto la tua denuncia contro la setta degli ingegneri scientisti a cui la polizia non ha dato seguito, a chi mi posso rivolgere per fare le modifiche e ottenere anche energia elettrica con la stufa per il riscaldamento?---

A un tuo tecnico di fiducia, io purtroppo non sono in grado di aiutarti personalmente, vivo in povertà, clandestino, isolato, senza la possibilità di mettere in commercio nessuno dei miei prodotti free energy, senza poter nemmeno vendere le mie foglie ad un centrale a biomassa, senza potermi mettere in contatto nemmeno con un elettrotecnico per costruirne una ad uso personale.

Devi trovare qualcuno che sappia applicare alla tua stufa una turbina a vapore, un motore Camera, una pompa di pressione, o qualcosa che possa convertire il calore in energia elettrica.

Con il calore della tua stufa puoi riscaldare la casa e anche fare energia elettrica. Io per esempio sono qui con la mia stufa e anche oggi senza consumare un solo pezzo di legna in più, oltre che scaldare la mia casa, in più avrei potuto produrre circa 10-15 € di energia elettrica.

Con questo trucco è possibile raddoppiare la produzione italiana di corrente elettrica senza consumare un solo chilo di metano, di legna o di petrolio in più.

Però vivo in povertà, si tratta di un complotto globale. Arriverà presto il giorno della vendetta.

continua
http://100-milioni-di-tonnellate.blogspot.com

100 M.ILIO.NI DI T.ONN.EL.LATE1

Visto che stanotte ci saranno i botti, eccone uno grosso da far paura

BOMBE IN IRAQ E CENTRALI A DINAMITE

@@@Qual'è il modo più divertente per produrre energia?---

Sicuramente le centrali termoelettriche a nitrogligerina.

Al posto di bruciare metano, legna ecologica o foglie , basta mettere nella camera di combustione delle centrali termoelettriche dei candelotti di nitroglicerina o esplosivo al plastico e con l'esplosione si otterrebbe vapore ad un prezzo circa mille volte inferiore che con le centrali a metano.

I residui delle esplosioni andrebbero trattati con acqua ozonizzata, e non inquinerebbero in nessuna maniera.

Per il riscaldamento domestico invece suggerisco le caldaie a dinamite. Al mattino quando ci si sveglia basta buttare un bel candelotto dentro la caldaia e senza problemi , al costo di pochi cent si avrebbe acqua calda per tutto il giorno.

Sull'Iraq dall'inizio della guerra sono state scaricate bombe pari al fabbisogno energetico degli Stati Uniti per .... ascoltate bene.... per... attenzione che ve lo dico.... please, cameramen: 14 anni

14 anni
14 anni
14 anni

Con normali centrali a a dinamite, al plastico, a t4, a nitroglicerina, si sarebbe data energia agli USA per 14 anni con gli esplosivi usati nella guerra in Iraq.

14 anni di energia agli USA con le bombe usate in Iraq.

Con quelle usate anche in Afghanistan, Cecenia, Libano, poligoni di tiro vari ecc ecc

all the world

let's dance

attenzione, please, thank you

all night long please together

come on party now

IN IRAQ DALL'INIZIO DEL CONFLITTO SONO STATE SCARICATE BOMBE PARI AL FABBISOGNO ENERGETICO AMERICANO DI 14 ANNI

BASTA FROTTOLE, E' UN COMPLOTTO GLOBALE

BASTA CON LA DISTRUZIONE DELLE FORESTE

AMAZZONIA VIVRAI CENTRO SOCIALE ASCANIO SFORZA 87

100-milioni-di-tonnellate.blogspot.com

I commenti per questa nota sono chiusi.

Twitter

Mi piace

I miei libri

I miei e-book

Blog powered by Typepad
Iscritto da 12/2006