La mia foto

Seguimi su Facebook

Contatore

Altre vie

  • Fine Settimana
    Rassegna stampa sulle questioni religiose curata dall'associazione "G. Giacomini" di Pallanza.
  • Vino Nuovo
    Blog collettivo di giornalisti cattolici.
  • Viandanti
    Una voce laicale dell'opinione pubblica nella Chiesa, con una presa di parola libera e pubblica.
  • il Sismografo
    Raccolta di links in 5 lingue su notizie della Chiesa Cattolica, Ecumenismo e Dialogo interreligioso.

« Sono un cattolico famigerato | Principale | Far crescere i figli »

21/02/07

Commenti

harry

Anch'io sono convinto della profonda stima reciproca, ma non solo: penso che una Chiesa senza l'uno o senza l'altro sia estremamente più povera. La bellezza della Chiesa è anche nella sua ricchezza e sarebbe un errore se noi stessi cattolici, invece di scoprire il vero che c'è nell'altro e aprirci alle esperienze di fede più distanti, ci limitassimo a difendere una visione della fede ristretta e chiusa.

donmo

Parole sante, davvero. Il problema è che oggi c'è nella chiesa una "papolatria" che fa davvero inorridire. Lo dico qui perchè una volta ho fatto un'accenno del genere commentando un post di Luigi Accattoli e per poco mi scuoiano vivo. Se qualcuno avesse avuto un po' di legna a disposizione avrebbe anzi forse già iniziato ad accendere la pira.
Ma veramente nella chiesa siamo disabituati al massimo grado a dialogare e a sentire le ragioni degli altri. Ci sono il Papa e i vescovi che parlano e basta così. Il bello (si fa per dire) è che i portatoti primi di tale teoria sono i laici, cioè coloro che tra i primi dovrebbero contribuire al dibattito. Vedi i commenti all'ultimo post di Accattoli, ma anche ai precedenti e c'è da mettersi le mani tra i capelli.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Twitter

Mi piace

I miei libri

I miei e-book

Blog powered by Typepad
Iscritto da 12/2006